EN / IT
Luxury Retail: un progetto di innovazione globale

Un caso unico di innovazione e sostenibilità per il mondo del lusso. Versace è stata la prima casa di alta moda ad applicare criteri certificati di sostenibilità su vasta scala, con l’obiettivo di migliorare in modo sistematico l’impatto dei propri punti vendita.   Il progetto, in collaborazione con la maison italiana di alta moda Gianni […]

Un caso unico di innovazione e sostenibilità per il mondo del lusso. Versace è stata la prima casa di alta moda ad applicare criteri certificati di sostenibilità su vasta scala, con l’obiettivo di migliorare in modo sistematico l’impatto dei propri punti vendita.

 

Il progetto, in collaborazione con la maison italiana di alta moda Gianni Versace, nasce nel 2017 in occasione dell’apertura della nuova boutique di Sloane Street a Londra, caso pilota di un processo di studio e miglioramento voluto dal brand per massimizzare l’impatto positivo nell’ambito dei punti vendita in gestione.

Il framework, successivamente applicato al nuovo concept design Versace attraverso la certificazione delle boutique di Bal Harbour (Miami), China World Mall (Pechino) e Maximilianstrasse (Monaco), è stato poi rivisto per garantire efficacia ed efficienza per l’applicazione su vasta scala, grazie alla gestione centralizzata dei processi di pianificazione coordinati dal dipartimento store planning in Italia. Il framework si basa sui sistemi di valutazione e certificazione LEED® v4 per Interior Design and Construction, vista l’esigenza di utilizzare un unico riferimento per progetti di profonda ristrutturazione degli spazi interni su scala internazionale.

La svolta avviene a partire dal 2020 quando, in piena pandemia, come NATIVA abbiamo supportat0 il team Versace nel creare un processo avanzato di standardizzazione delle best practice provenienti dai migliori modelli internazionali di green building e applicato alle singole location.

Grazie a questo processo di ricerca e di applicazione di migliori pratiche costruttive e di progettazione, Versace ha identificato negli ultimi due anni altre 15 nuove aperture, 9 negli USA (tra New York, Las Vegas, Los Angeles, San Diego, e il Texas) e 6 in Europa (Londra, Parigi, Praga, Bologna, Amsterdam, Zurigo), nelle quali ha applicato con successo il framework e ha raggiunto il target di certificazione LEED. Questo risultato – 19 boutique certificate in 3 differenti continenti – rimane un unicum nel mondo del lusso per la diffusione e la qualità dei risultati, e si pone come modello di riferimento per i competitor.

La certificazione LEED sta ridefinendo il modo di pensare i luoghi in cui viviamo, lavoriamo e facciamo acquisti. L’intero concept Versace, di cui abbiamo avuto l’onore di curare la realizzazione, segue i dettami di rispetto di un futuro sempre più volto alla sostenibilità: un caso che può ispirare sempre più aziende a seguirne l’esempio.

Il progetto, in collaborazione con la maison italiana di alta moda Gianni Versace, nasce nel 2017 in occasione dell’apertura della nuova boutique di Sloane Street a Londra, caso pilota di un processo di studio e miglioramento.
15 nuove aperture, 9 negli USA (tra New York, Las Vegas, Los Angeles, San Diego, e il Texas) e 6 in Europa (Londra, Parigi, Praga, Bologna, Amsterdam, Zurigo), nelle quali ha applicato con successo il framework e ha raggiunto il target di certificazione LEED.