Il nostro attivismo per un impatto sul territorio

La specie umana (noi compresi), attraverso tutte le attività che le permettono di esistere, imprime una footprint sul Pianeta Terra, a volte positiva altre negativa.

La maggior parte delle volte questo impatto è generato in maniera inconsapevole e distratta, con conseguenze devastanti sui sistemi sociali e naturali.

A questo, Nativa risponde con un handprint, ovvero un impatto positivo intenzionale che rappresenta l’applicazione pratica dei valori e principi in cui crediamo.

Per questo l’8 ottobre abbiamo scelto di prenderci cura dei luoghi che frequentiamo, ripulendoli dai rifiuti e dando l’esempio a chi ci passerà vicino.

Il risultato è stata la raccolta di 50 sacchi di rifiuti  tra Roma, Milano, Verona e Bologna: un’occasione per creare un impatto positivo nei luoghi dove viviamo e lavoriamo ma anche un modo per ricordarci quanto c’è ancora da fare e rimanere umili nel nostro lavoro verso il system change che vogliamo realizzare.

Continua a seguirci per sapere quando sarà il prossimo appuntamento e per venire con noi!

Nativa con Intesa Sanpaolo per valorizzare le eccellenze imprenditoriali italiane

LEGGI

Nativa su Forbes in favore della naturale evoluzione del business

LEGGI